La Vergine Maria ha meritato la nostra salvezza?

19 Febbraio 2022
Fonte: fsspx.news
Polittico di Stauffenberg : Deposizione dalla Croce (dettaglio)

Per meritare davanti a Dio, bisogna possedere la grazia divina; inoltre bisogna saper compiere atti liberi e, infine, bisogna essere ancora sulla terra, in cammino – in via, come dice la teologia. Quaggiù, la Madonna possedeva queste tre condizioni: aveva dunque la capacità di meritare. Ella meritava per se stessa, proprio come gli altri giusti. La domanda che viene posta qui è: meritava anche per gli altri?

Scrive papa san Pio X nell'enciclica Ad diem illum: «Poiché Maria supera tutti nella santità e nell'unione con Gesù Cristo ed è stata associata da Gesù Cristo nell'opera di redenzione, Ella ci procura de congruo – di convenienza –, come dicono i teologi, ciò che Gesù Cristo ci ha procurato de condigno – in giustizia – ed è la suprema dispensatrice di grazie».

San Pio X afferma così:

– L'esistenza del merito e la sua natura – di convenienza.
– I due fondamenti di questo merito: la santità personale della Madonna e l'associazione della Beata Vergine al suo divin Figlio nell'opera della nostra salvezza.
– L'estensione di questo merito: il merito di convenienza della Madre di Dio ha la stessa estensione del merito di giustizia del Salvatore.

La teologia ci permette di chiarire questo prezioso insegnamento

La Vergine, potendo meritare, ha titolo alla ricompensa promessa. Il suo merito si misura dalla grandezza della sua carità, che non ha eguali o superiori se non quella di Cristo. Qual è la sua portata?

A questo merito vanno assegnati alcuni limiti, perché ciò che è al principio del merito non è meritato.

* Al principio del merito universale degli uomini: l'Incarnazione o maternità divina. Cristo stesso non ha meritato né l'una né l'altra.

* Al principio del merito personale della Vergine: la sua Immacolata concezione, la sua prima grazia, la sua perseveranza finale...

Ma non è necessario limitare il merito di Maria alle grazie concesse dopo la Passione. La salvezza dei giusti dell'Antico Testamento avrebbe potuto essere concessa in vista dei meriti di Gesù Cristo e di Maria.

Quali sono le azioni della Vergine che meritarono la salvezza? Per Gesù Cristo, tutte le sue azioni erano meritorie, ma certe ricompense sono legate ad azioni che gli somigliano. Pertanto, la Passione di Gesù merita la salvezza perché Dio ha voluto concedere la salvezza in risposta a questo atto.

Lo stesso vale per la compassione di Maria: Dio considera la carità della Madre di Dio manifestata nella sua compassione e, in risposta, le concede la salvezza delle anime come un merito di convenienza.

Il confronto dei meriti di Maria con quelli di Cristo e dei santi permette di precisare ulteriormente

1) Il merito di Maria e il merito di Cristo.

Per sua natura, il merito di Gesù Cristo è in giustizia rigorosa, è legato alla missione del Figlio. Quella della Vergine è di convenienza: dipende dalla carità effusa da Dio nell'anima della Vergine.

In linea di principio, il merito di Gesù si basa sulla grazia capitale, che gli permette di comunicare il suo merito ai suoi membri, e sulla grazia dell’unione ipostatica, che gli conferisce un valore infinito. Il merito di Maria si basa sulla pienezza della grazia e sulla maternità divina.

2) Il merito della Madonna e quello degli altri giusti.

Nella sua estensione, il merito di Maria è universale perché tutti ne ricevono il frutto. Essa scaturisce dalla maternità divina della Madonna, che le dona una speciale sollecitudine per tutti coloro che saranno membra di Cristo. Il consenso dato all'Annunciazione riguardava quest’opera per intero. Il merito di un giusto è particolare: non tutti gli uomini ricevono il frutto del merito di un giusto.

Secondo l'applicazione dei frutti del merito, la Vergine merita non solo le grazie da applicare agli uomini, ma anche le grazie da acquisire per gli uomini – nella sua compassione. Mentre un giusto merita solo grazie da applicare agli uomini.

Così, le parole luminose di san Pio X ci rivelano l'ampiezza della compassione e della corredenzione di Maria, che ha meritato la salvezza per noi, con Cristo e attraverso di Lui.